“Momenti” è la sesta raccolta poetica di Fabio Salvatore Pascale, dopo “Scintille” - il suo esordio, “Tracce”, “Carezze”, Il Canto dei Trecento” e “Tris”. Ciò che unisce le liriche è presente già nel titolo, che rappresenta il messaggio che la Poesia assume: nasce come un momento, un istante; lascia nel poeta e nei suoi lettori dei momenti da cogliere, un “Carpe diem” del poeta latino Orazio, un tocco lieve di affetto e di rapidità. La delicatezza di quest’ultimo titolo è tipica dello stile di Fabio Salvatore, ma è anche frutto di una raggiunta maturità poetica, rispetto alle precedenti opere. Le 31 poesie presenti sembrano effettivamente dei momenti di vita vissuti, delicate che vengono offerte a chi legge, entrano come il bagliore di una luce mattutina nella quotidianità del lettore e tramandano una sensazione di dolcezza come il ricordo di un bel panorama, un elemento naturale che cattura la nostra attenzione, le parole di una persona cara, il senso della vita. Momenti si articola in una sola sezione. Il primo verso che apre Color Esperanza è proprio: “L’alba s’irradia nei tuoi occhi” è una fonte di luce e dolcezza, anche quando la vite s’aggrappa alle incertezze della vita rivela sempre uno sguardo consolatorio che rinfranca con le sue “foglie nuove”. Talvolta, la vita così odorosa “mi confonde e mi commuove” (Istante, v.7). Altre volte questa vita vibra come le onde del mare (Sento vibrar, vv. 1-2) o ci culla nella placidità delle sue onde, “placide onde / riflettono con grazia” (Profumo di vita, vv.1-2). Protagonista assoluta della raccolta di Momenti è l’amore per la vita, che il lettore può cogliere attraverso la lettura delle liriche in chiave istantanee che creano effetti singolari, lasciando aperte tutte le possibili interpretazioni di un desiderio che continuamente si rinnova, primordiale, atavico ed ancora tutto da scoprire. Il senso della vita attraverso le sue incertezze, le sue debolezze, la sua vitalità; svela i suoi segreti di fragilità umana, nel “nascondi di false veste il tuo candore”, “nel profumo nascosto di un fiore”, ed in “la risacca inghiotte la risposta”.  Accanto a ciascuna poesia, nella pagina opposta, il poeta ha aggiunto una citazione espressa da ciascun illustre personaggio, impreziosendola al fine di rafforzare quel legame poetico di matrice filosofica.

 

 

 

Buona Poesia! Fabio Salvatore Pascale

Scintille, la prima raccolta di Fabio Salvatore Pascale



Nel segno della Rosa

 

Tacciono i silenzi,

in questi momenti di vita.

Le spine alimentano paure,

la bellezza è nascosta

nelle nostre mura.

 

Coraggio,

non spegnere le lacrime;

tendi la mano

 

verso una rosa.